Titolo dell’edizione 2021 del Lecco Film Fest sarà “Ciò che fa bello il mondo”, citazione dal messaggio di Papa Francesco in occasione della Giornata internazionale della donna 2020.

Le giornate di questa festa estiva della cultura sulle rive del lago saranno caratterizzate da proiezioni (sempre accompagnate dai rispettivi registi), incontri con gli autori e gli attori, masterclass.

A Lecco sbarca il grande cinema, ma anche letteratura e teatro

Il programma proporrà degli sconfinamenti artistici di qualità nei campi del teatro e della musica. QUI la possibilità di prenotare tutti gli eventi.

 i nomi degli ospiti della seconda edizione del Lecco Film Fest. Sono tanti i volti noti che saranno presenti a Lecco, il ritorno nella città raccontata da Manzoni dell’attore Giacomo Poretti, le attrici Maya Sansa e Donatella Finocchiaro. I registi Giulio BaseGiorgio Diritti Susanna Nicchiarelli, l’attore oginatese Antonio Albanese.

Il Lecco Film Fest intreccia il cinema con la bellezza del ritornare a vivere la cultura insieme, con il pubblico, ci sarà anche Leo Gassmann, vincitore del Festival di Sanremo 2020 nella categoria “Nuove Proposte”, ci sarà anche la docente, saggista e scrittrice italiana Maria Rita Parsi. A parlare di parità di genere e Costituzione è chiamata a intervenire anche la Ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti. A Lecco arriverà anche l’onorevole Maria Stella Gelmini. Ospite della rassegna anche il già arcivescovo ambrosiano, il cardinal Angelo Scola che insieme a Marco Bardazzi, scrittore del libro “Ho fatto tutto per essere felice” parleranno del tema della cura.

Il format proposto prevede un momento di confronto nel pomeriggio, cui parteciperanno, al fianco dei personaggi del cinema, incontri con gli autori e gli attori, masterclass formative e un programma propone degli sconfinamenti artistici di qualità nei campi del teatro e della musica. Di sera ci sarà la proiezione dei film, con presentazione e dibattito insieme alla regista, al cast e al pubblico. Tutti gli incontri saranno gratuiti: per la partecipazione è obbligatoria la prenotazione, per gestire al meglio i flussi di pubblico ed evitare assembramenti.

Il cinema e l’impegno per i giovani lecchesi del Lecco Film Fest

Non mancherà l’impegno formativo per i più giovani, come antidoto ai fenomeni violenti e preoccupanti che li vedono protagonisti in queste settimane, così da lasciare con il festival una ricchezza duratura.

Il Lecco Film Fest sarà infatti occasione per un percorso formativo organizzato in collaborazione con l’Istituto Toniolo e rivolto agli studenti vincitori di Opera Prima, concorso di racconti brevi e di soggetti per film e serie tv, e aperto anche agli studenti delle scuole del territorio.

Anche per questa seconda edizione il Lecco Film Fest punterà a far scoprire la bellezza di Lecco a tutto il Paese grazie alla presenza di tante star.

Come ricorda il titolo di questa seconda edizione, il Lecco Film Fest avrà ancora un’originalità di sguardo e proporrà in tutti gli incontri la prospettiva del femminile, a partire da una delle novità di quest’anno: il Premio Lucia, riconoscimento letterario nazionale rivolto alle autrici di romanzi.

Morricone, la poesia della musica del Maestro ha preso vita a Lecco

Inoltre, proprio da Lecco ha inziato il suo percorso la mostra “Nuovo cinema Morricone” la prima su uno dei più celebri compositori che con le sue colonne sonore ha reso preziosi tanti capolavori cinematografici.

L’ingresso della mostra Nuovo Cinema Morricone coincide con quello della Canonica della Basilica di Lecco

Le voci dei “registi” della seconda edizione del Lecco Film Fest

“Crediamo molto nel festival nato lo scorso anno al tempo della pandemia e riproposto in questa estate ancora segnata da molte incertezze, paure e difficoltà” – spiega mons. Davide Milani presidente di Fondazione Ente dello Spettacolo e prevosto di Lecco – “Vogliamo proporre di esperienze di bellezza alla città e ai suoi abitanti, offrire un’occasione unica anche ai tanti turisti che stanno tornando sul lago. Non è facile organizzare manifestazioni così complesse con tutte le limitazioni imposte dalla pandemia. Ma questo impegno lo riteniamo necessario. Crediamo che l’incontro tra le persone, l’ascolto reciproco, il confronto con i protagonisti della cultura cinematografica e delle altre arti sia la via privilegiata per rileggere il tempo difficile che abbiamo attraversato e riconoscere tutto ciò che di positivo comunque abbiamo visto accadere. Illuminati dalla bellezza siamo aiutati a fare tesoro della nostra vita, della realtà, anche in momenti drammatici. Gli ospiti prestigiosi che avremo a Lecco ci aiuteranno in questo promettente sforzo”.

“Lecco Film Fest – evidenzia il presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, Lorenzo Riva – rappresenta per noi un impegno che abbiamo preso con il territorio quando, lo scorso anno, abbiamo promosso per la prima volta, con questa iniziativa, un evento che potesse andare ad arricchirne la proposta culturale in modo significativo. Così come abbiamo sostenuto fortemente la prima edizione della manifestazione, stiamo proseguendo ora con grande convinzione anche grazie a quanti, fra istituzioni e realtà private, la stanno affiancando. Penso in particolare alle imprese che quest’anno contribuiranno a renderla possibile e le ringrazio perché il loro sostegno, non solo economico, è estremamente prezioso. Il nostro, di impegno , ha come obiettivo quello di influire positivamente sull’ecosistema nel quale il sistema produttivo opera e l’apprezzamento registrato con la prima edizione ci ha confermato che il festival va nella giusta direzione. Quest’anno, nonostante condizioni ancora complesse, siamo convinti possa ulteriormente crescere”.