IL BATTESIMO

Informazioni generali

Fin dalle origini lo Spirito del Signore si librava sulle acque, perché contenessero il germe la forza di santificare; e anche nel diluvio ha prefigurato il Battesimo, perché, oggi come allora, l’acqua segnasse la fine del peccato e l’inizio della vita nuova; ha liberato dalla schiavitù i figli di Abramo, facendoli passare illesi attraverso il Mar Rosso, perché fossero immagine del futuro popolo dei battezzati. 

Infine, nella pienezza dei tempi, il Signore Gesù, Unigenito del Padre, battezzato nell’acqua del Giordano, fu consacrato dallo Spirito Santo; innalzato sulla croce, egli versò dal suo fianco sangue e acqua; e dopo la sua risurrezione comandò ai discepoli: «Andate, annunciate il Vangelo a tutti i popoli, e battezzateli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo».

  • I Battesimi vengono normalmente amministrati nella I o III domenica del mese durante il regolare orario delle S. Messe o nel pomeriggio alle 15.30 (per un massimo di 6 bambini per turno – vedi calendario più sotto-)
  • Occorre presentarsi in Segreteria parrocchiale almeno un mese prima della data scelta.
  • In preparazione al sacramento, un sacerdote o una coppia della Parrocchia prenderà contatto per fare visita alla famiglia del Battezzando.
  • La settimana precedente il Battesimo si terrà un incontro con i genitori (vedi prospetto di seguito), per illustrare lo svolgimento del rito del Sacramento.

Calendario Battesimi 2019-20

  • A Lecco: domenica 13 ottobre, ore 15.30
  • A San Carlo al Porto
  • A Pescarenico

Rito
Madrine e Padrini

Compito del Padrino / Madrina
Al Padrino/Madrina è affidato il compito di aiutare il battezzato a vivere con autenticità la propria vita cristiana, adempiendo agli obblighi che derivano dal Sacramento, e assumendo dei comportamenti che siano testimonianza in coerenza con il Vangelo.

Condizioni per fare il Padrino o la Madrina
È necessario che il Padrino/Madrina abbia intenzione di essere guida nella fede, a fianco dei genitori, del battezzato. Egli stesso, dunque, deve vivere con convinzione la propria vita di fede, in coerenza con gli insegnamenti evangelici e con le norme della Chiesa.
In particolare DEVE:

  • avere compiuto 16 anni di età
  • essere cattolico
  • aver ricevuto il Sacramento dell’Eucaristia e della Cresima

Inoltre NON DEVE:

  • essere divorziato risposato
  • convivente
  • sposato solo civilmente
  • essere irretito in nessuna forma di pena canonica legittimamente inflitta o dichiarata.